mercoledì 5 aprile 2017

Ricomincio da me, sempre! #PaginaDiDiario

Caro diario,
sono giorni in cui penso spesso a cose, troppo.
Non mi piace chiedere aiuto, non mi piace chiedere a prescindere.
Una volta credevo di non averne bisogno, ora non voglio.
Capirmi non è semplice se non riesco a capirmi neppure io, a volte.
Scrivo, sempre.
Per rifugiarmi in un posto tutto mio dove nessuno può giudicarmi, dove nessuno può trovarmi.
A 13 anni mi truccavo per nascondere ciò che c'era sotto, per crearmi una maschera.
Ora ho capito che truccarsi non serve per nascondersi ma per esaltare ciò che c'è sotto.
Mi capita, a volte, di scrivere lettere a persone prese così a caso dal mio passato o dal mio presente.
Alcune arrivano a destinazione, molte restano chiuse nella mia scatola.
Pensieri gettati su carta. Pensieri gettati su un foglio word.
Scrivo quando ne ho bisogno, quando non ho nulla da fare, quando sono ispirata.
Da bambina amavo scrivere e fare riassunti ma non sono mai stata molto riassuntiva.
Sono ripetitiva, non sorpasso.
Ripasso.
Sogno ad occhi aperti, ad occhi chiusi.
Viaggio, prendo aerei..treni.
Arrivo a destinazione e mi blocco.
Bloccata tra il passato e il presente.
Sorpassare o restare ferma in quel punto?
Decisioni, speranze, paure, sogni.
Resta tutto lì, fermo insieme a me.
E se le cose che odi fanno bene?
A volte riparlarne mi fa strano.
O meglio, riparlarne mi fa e mi farà sempre un certo effetto.
Cambiamenti.
Ritornerei indietro con la testa di ora.
Sarei una persona diversa.
Spontanea, non scontata, non chiusa, non trattenuta.
Sentirsi costantemente sotto accusa per il NON sapere della gente.
Offese, risentimento, non capirsi, non capire gli altri.
Chiudersi, freddarsi.
E' saltata la corrente.
Scontrosa, lunatica.
Pensieri serali.


Nessun commento:

Posta un commento

Ti va di lasciare un commentino?? ^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...